CAPITOLO 1: Che cos’è la SEO

La chiamano SEO e, se avete deciso di prendervi cura di un sito web, l’avrete sentita nominare un’infinità di volte. L’acronimo significa “Search Engine Optimization” e rappresenta un concetto base del web marketing, ovvero tutto ciò di cui hai davvero bisogno. Ti aiuta a farti trovare attraverso i motori di ricerca.

La SEO è una disciplina complessa, strutturata in molte branche e fatta di lunghe attese, incertezze e regole talvolta incomprensibili da cui non bisogna mai farsi scoraggiare: col tempo, diventeranno per voi come una seconda pelle. Piccoli accorgimenti di comunicazione che fanno la differenza. Per darvi un’idea del suo significato, la SEO racchiude tutte quelle buone pratiche che migliorano la presenza su Google (o Yandex, Bing e Baidu) attraverso l’ottimizzazione delle pagine web.

Una pagina web ottimizzata con la SEO è come un giardino. All’inizio dei lavori, lo spazio ci colpisce per la sua quiescenza, l’apparente inattività e l’ordine rigoroso degli elementi. Bastano pochi mesi di duro lavoro, però, per iniziare a vedere i primi risultati. Germogli verdi che spuntano dal terreno ben coltivato. Col tempo, il giardino cresce e prospera. Il nostro sito web, quando accuratamente coltivato da una politica SEO ben congeniata, fa lo stesso: cresce rigoglioso, autorevole, e fa schiattare d’invidia i vicini.

ELI5 (Explain Like I’m 5): Che cos’è la SEO?

Lo fanno tutti: quando hanno bisogno di trovare un’informazione in maniera rapida, si rivolgono a Google e inseriscono una chiave di ricerca nel box. A questo punto battono l’invio e, in pochi secondi, appare una lista di risultati che, secondo il complesso algoritmo del motore di ricerca, sono anche i più pertinenti alle chiavi digitate. Il processo che porta l’utente a trovare il tuo sito e, soprattutto, a trovarlo soddisfacente e completo, fa parte delle pratiche che definiamo SEO.

La SEO racchiude tutte quelle pratiche e buone abitudini che puntano ad aumentare la visibilità e la qualità di un sito (in funzione di chi lo consulta) col fine di migliorare il posizionamento sulle classifiche dei motori di ricerca. Un sito ottimizzato SEO va d’amore e d’accordo con gli oscuri e complessi algoritmi di Google e, al tempo stesso, risponde con prontezza alla sete di conoscenza o di shopping degli utenti che digitano una ricerca su Google e ci trovano.

Le pratiche SEO sono molte e davvero eclettiche, e riguardano quasi tutti gli aspetti di un sito web: la struttura del sito, il codice HTML, i contenuti testuali, le parole chiave, la gestione dei link e tantissimi altri piccoli e grandi elementi. Ma a questo ci arriveremo con calma, più avanti.

Perché la SEO è così importante?

Ogni internauta naviga il web partendo sempre dalla stessa base: il motore di ricerca. Questa centralità di Google fa ormai parte della vita quotidiana di ognuno di noi. È infatti impensabile per qualsiasi utente decidere di esplorare il web e trovare nuovi siti senza l’ausilio di uno strumento come Google, che poi è anche il più amato. Tutte le volte che apriamo un browser, dunque, ci appare un box di ricerca che si aggancia a un motore di ricerca per farci arrivare dove vogliamo attraverso l’inserimento di parole chiave specifiche.

L’obiettivo della SEO è quello di scalare le SERP, ovvero le posizioni sulle pagine dei motori di ricerca per poter essere in grado di intercettare il traffico di utenti che, in base alle parole digitate, risulta essere interessato al nostro prodotto o servizio. Migliore è la nostra SEO, più Google:

  • Ci garantisce un traffico elevato di utenti, senza ulteriori costi di pubblicità;
  • Ci permette di essere trovati dalle persone davvero interessate a ciò che forniamo.

Un utente effettua una ricerca quando ha bisogno di grattare un prurito di conoscenza o di shopping, e accede ai motori di ricerca perché sa che Google, con i suoi algoritmi, può garantirgli il miglior livello di pertinenza dei risultati trovati, senza giri di parole e senza tentare di vendergli qualcosa che non è di suo gradimento.

E questa è la potenza della SEO: uno strumento che fa trovare agli utenti esattamente ciò che stanno cercando e che si dà il caso tu possa offrire loro. L’obiettivo, come sempre, è quello di soddisfare un’esigenza diretta, fornendo contenuti di alta qualità.

Per capire a fondo cos’è la SEO, devi:

  • Sapere che cos’è Google, e in generale il motore di ricerca
  • Farti un’idea del concetto di SERP

Google, Google: ma non smettete mai di parlare di Google?

Che cos’ha Google che gli altri non possiedono?

Google è il più bello del reame, e non c’è altro motore di ricerca in grado di raggiungere i suoi numeri. Non avete mai sentito qualcuno che dice “Bingami questa parola”, ma di certo avrete udito almeno una volta “Googlami questa parola”. Google è il motore di ricerca più amato al mondo e il sito web più cercato della storia. Non è un caso che la sua popolarità sia entrata a pieno diritto anche nel vocabolario quotidiano delle persone, e sia un neologismo così diffuso e popolare.

Google è dunque il partner ideale per iniziare la propria avventura nel mondo della SEO. Di seguito alcuni degli step fondamentali che permettono al tuo sito di fare parte di questo immenso ecosistema e di dare il tuo contributo al mondo del web:

  • Scansione del Crawler, oppure “crawling”: il piccolo “ragnetto” di Google che effettua l’accesso sul vostro sito e analizza il dominio in questione alla ricerca di contenuti utili;
  • Indicizzazione del sito web: l’indexing è una fase attraverso la quale il motore di ricerca inserisce nel proprio archivio i contenuti individuati dallo spider;
  • Posizionamento del sito web: il ranking è l’attività che fa sì che Google individui il risultato migliore e più pertinente per una determinata query di ricerca, così da restituire il migliore possibile all’interno della SERP.

Che cos’è la SERP?

Come disse probabilmente Socrate, il posto migliore per nascondere un cadavere è la seconda pagina di Google. L’acronimo SERP sta per “Search Engine Result Page” e indica la pagina dei risultati di un motore di ricerca. Essa è l’obiettivo finale che ci si prefigge quando si prende la solenne decisione di applicare i principi della SEO al proprio sito web, e la destinazione più ambita da ogni pagina web à la page.

La SERP contiene una serie di risultati selezionati dal motore di ricerca che, secondo l’algoritmo, si sono distinti da tutti gli altri per:

  • Pertinenza con la chiave di ricerca (query);
  • Leggibilità;
  • Sicurezza e affidabilità;
  • Velocità di caricamento.

La SERP organica (da non confondere con l’area degli annunci a pagamento) include i link che compaiono sulla pagina dei risultati grazie alla corretta applicazione delle tecniche SEO. È una graduatoria gratuita, vantaggiosa e ambita. La prima pagina di questa graduatoria è il sogno di tutti, ma pochi ci arrivano davvero e riescono a ottenerla.

E ancora più ambito è il triangolo d’oro dei risultati di ricerca: esso è formato dai primi tre risultati della prima pagina, i 3 link speciali che ispirano fiducia all’utente e che Google ha premiato per tutte le caratteristiche che abbiamo menzionato sopra. Ecco: se il tuo sito è nel golden triangle, vuole dire che sei arrivato.

Come arrivare al triangolo d’oro è ciò che abbiamo intenzione di insegnarti attraverso le nostre guide e i nostri consigli, nella speranza che, giorno dopo giorno, tu possa comprendere l’importanza di un piano SEO che lavora con dedizione, proprio come un giardiniere coltiva i fiori del suo giardino sapendo che i risultati non arriveranno prima di qualche mese.