Non è una domanda banale! Come trovare nuovi clienti aziendali con l’Inbound Marketing ???

Come trovare nuovi clienti, per una impresa, è una delle sfide più importanti. Non solo perchè è un modo per allargare il proprio business, ma anche perchè si calcola che l’80% del suo futuro guadagno verrà creato solo dal 20% degli attuali clienti. Cercare nuovi lead come attività pianificata, da attuarsi regolarmente e non una tantum, diventa quindi fondamentale per assicurare linfa vitale al futuro della propria azienda.

La ricerca di contatti però richiede tempo, idee,  strumenti e di conseguenza rappresenta un costo: per questo è fondamentale trovare metodi efficaci, in grado di ottimizzare il dispendio delle risorse portando più risultati possibili.

Trovare nuovi clienti o farsi trovare da loro?

Ci sono molti metodi e strategie per trovare nuovi clienti. La difficoltà è capire chi sono, dove si trovano e come raggiungerli. Sarebbe molto più semplice se fossero i clienti a trovarci, attratti dai nostri contenuti e dalla qualità delle nostre proposte.

Questa seconda strada non solo è possibile, ma è sempre più percorsa e si chiama inbound marketing. Se il marketing tradizionale, basato sulla pubblicità e sull’acquisto di spazi promozionali per acquisire clienti, sta tramontando rapidamente, anche per i costi crescenti dell’advertising e per il ROI sempre più basso, l’inbound marketing è in continua crescita.

A favore di quest’ultimo, c’è anche l’investimento richiesto: le attività di inbound marketing costano il 60% in meno rispetto a quelle di outbound, legate al marketing tradizionale.

Come utilizzare concretamente l’Inbound marketing nella vostra strategia digitale? Diventando sempre meno promotori pubblicitari e sempre più editori di contenuti.

Di seguito alcune idee da mettere subito in pratica.

Create contenuti di valore

Può sembrare banale, ma non lo è affatto. Per chi ha sempre affrontato il marketing in modo tradizionale, ogni contenuto aziendale è finalizzato a vendere, in modo diretto ed esplicito. Con il content marketing la prospettiva è completamente diversa: non si promuove, si informa. La vostra azienda c’è, ma resta in seconda linea. Iniziando ad apprezzare i vostri contenuti, le persone inizieranno a seguire le vostre attività, trasferendo gradualmente il giudizio positivo dai vostri articoli ai vostri prodotti. Si tratta di un processo lungo, ma che fidelizza le persone al vostro marchio molto più saldamente di qualsiasi attività hard-selling. Solo comprendendo ciò si potranno apprezzare i benefici dell’inbound marketing per trovare nuovi clienti.

Pensate i contenuti per gli utenti (e quindi per Google)

Avere un blog aziendale ben curato, con contenuti di qualità e un buon calendario editoriale è un requisito fondamentale per l’attività di inbound marketing. Ma dovete anche pensare a come rendere questi contenuti visibili da Google: i nuovi clienti non vi conoscono ancora, per cui non vi troveranno mai cercando direttamente il nome dell’azienda o dei prodotti. Piuttosto cercando argomenti di loro interesse, che corrispondono a quelli dei vostri articoli.  Curate quindi il posizionamento, ottimizzando i vostri contenuti in ottica SEO e inserendo opportunamente le parole chiave. Ma pensate soprattutto ai vostri potenziali lettori: siate interessanti per loro, lo sarete anche per Google.

Prolungate la vita dei vostri contenuti

Creare un contenuto di valore richiede tempo ed energia, tra la fase di ricerca, quella di progettazione, la stesura, la pubblicazione e la promozione. Anche se finalizzato a trovare nuovi clienti, si tratta di un costo effettivo per la vostra azienda. Minore rispetto a un qualsiasi annuncio pubblicitario, ma comunque tangibile. Può essere quindi una buona idea sfruttare il contenuto il più possibile, una volta creato. Si può ad esempio declinare in più formati, così da arrivare a più persone e aumentare la visibilità della vostra storia nel tempo. Un articolo con una lista di consigli pratici potrebbe diventare un video o una presentazione per Slideshare, trasformarsi in un podcast o entrare a far parte di un e-book da inviare alla lista dei vostri contatti e-mail.

Stimolate la conversazione

Per trovare nuovi clienti con l’inbound marketing, se il primo passo è interessarli, il secondo è trattenerli. Ogni contatto ottenuto con l’inbound è prezioso e va coltivato con ogni mezzo possibile. Nel momento in cui il vostro lettore e potenziale cliente termina l’articolo, non lasciatelo andare subito via. Facilitate e rendete evidenti le possibilità di condivisione e commento, così da avviare una conversazione con voi e gli altri utenti. Infine, senza essere invasivi, inserite una call-to-action: invitate l’utente a lasciare la sua e-mail, in cambio della possibilità di scaricare un contenuto di approfondimento o ricevere una vostra consulenza su un tema legato all’articolo.

Questi sono solo alcuni consigli nell’utilizzo dell’Inbound Marketing per trovare nuovi clienti.  Ce ne sono altri che trovate efficaci?

Raccontateci la vostra esperienza con un commento nel box qui sotto.