La newsletter ai tempi dei social: uno strumento davvero potente

Definizione rapida: la newsletter è uno strumento che ti permette di inviare messaggi, più o meno personalizzati, a una lista di persone che hanno accettato di tenersi aggiornate sui tuoi servizi. Le aziende di un certo livello lavorano con volumi di invio immensi, consegnando ai loro utenti informazioni freschissime, offerte di prima qualità e fornendo un servizio capillare di comunicazione interessante, coinvolgente e impacchettata per stimolare il click.

Per rendere possibile una simile mole di lavoro, esistono una serie di programmi di email marketing (Mailup e Mailchimp per fare solo pochi esempi) che ti permettono di verificare i valori di invio, di bounce, di interazione e tutto quello che ti serve sapere per capire se la newsletter ha fatto centro o è diventata un altro inutile capitolo, scaricato nella sezione “Promozioni” dell’indirizzo di posta, mai compresa e dunque mai aperta da nessuno.

La newsletter? Usala bene o lascia perdere!

I social media hanno conquistato una grandissima fetta del mercato della comunicazione e, al giorno d’oggi, sembrano essere l’unica possibilità per fare breccia nel cuore dei consumatori. Eppure la Newsletter, nonostante faccia parte dei primi, rudimentali strumenti nati per comunicare sul web, vanta ancora una notevole selezione di estimatori, noi compresi.

La newsletter ti permette di comunicare novità, informazioni importanti e altre necessità aziendali a un numero preciso di utenti che hanno accettato di far parte del tuo bacino di invio. Queste persone si aspettano da te un certo tipo di newsletter:

  1. Pertinenti alla tua attività;
  2. Interessanti a livello di contenuti;
  3. Non insistenti!

Cos’è esattamente la newsletter?

La newsletter è lo strumento per eccellenza dell’email marketing, ovvero quella branca della comunicazione digitale che si avvale dell’invio di e-mail per diffondere informazioni importanti sulla propria attività. La newsletter si differenzia dall’e-mail tradizionale perché può essere inviata simultaneamente a un numero infinito di persone mediante l’utilizzo di strumenti di invio massivo. Questi programmi, solitamente a pagamento, operano su un server SMTP, ovvero strutture capaci di inviare email in massa senza che esse vengano etichettate come spam e automaticamente inserite nella cartella “Junk” della posta elettronica.

Questi programmi ti forniscono un servizio completo per quanto riguarda l’arco di vita della newsletter, dall’invio alla ricezione, fino a una reportistica dettagliata di informazioni sulla mancata consegna, sull’apertura da parte dei destinatari e sui link effettivamente cliccati al suo interno. Naturalmente, quantità e qualità dei servizi di invio e reportistica di newsletter varia in base alla fascia di prezzo entro la quale ci si vuole attenere: molti di questi software offrono varie tariffe per tutte le tasche e tutte le opportunità di spesa.

Creare la grafica della newsletter? Facile!

La newsletter dev’essere redatta in maniera da attirare l’attenzione del target su notizie di suo interesse, offerte e comunicazioni di servizio importanti. Per fare ciò, è importante prevedere una campagna di email marketing basata non sul singolo invio, ma su un calendario distribuito nel tempo, così da capire che cosa interessa agli utenti e, soprattutto, qual è il modo più efficace per comunicarglielo.

Software come Mailchimp ti offrono una serie di template facili da usare e da configurare per l’invio di newsletter non solo utili, ma anche belle da vedere e capaci di attirare l’attenzione dell’utente.

A cosa serve la newsletter?

La comunicazione aziendale passa attraverso i social, il sito web e le newsletter, ultime ma di certo non per importanza. Queste e-mail sono adatte a qualsiasi tipo di comunicazione, dal B2B al B2C, e permettono di aggiornare gli utenti sulle novità davvero importanti per la realtà aziendale e mantenere alta l’attenzione.

La newsletter non è uno strumento per far sapere a tutti i tuoi clienti che c’è lo sconto del 5% sullo smacchiatore per giaguari sul tuo e-commerce, ma è un testo informativo, accattivante, che permette all’utente di conoscere novità riguardanti la tua realtà aziendale, oppure invita l’utenza ad approfondire l’argomento di cui hai pubblicato sul tuo blog. È vero, essa può contenere anche elementi sponsorizzati, ma dev’essere pensata come parte integrante di un progetto di comunicazione più grande, dove la newsletter è uno strumento per far sapere agli utenti che stai approfondendo un argomento che interessa loro da vicino.

Una newsletter è dunque orientata principalmente verso politiche di brand awareness, autorevolezza e traffico sul sito web. Per tutto il resto c’è la DEM, ovvero l’e-mail sporadica a puro scopo commerciale, fatta per mettere gli utenti a conoscenza dei nuovi sconti disponibili.