Scegliere i colori giusti per un sito web vuol dire catturare subito l’attenzione e gettare le basi per una comunicazione efficace. La prima impressione conta, soprattutto online. Chi
visualizza le nostre pagine impiega un attimo per farsi un’idea.

In un millisecondo si gioca una partita fondamentale nella mente dell’utente: continuo la navigazione o mollo qui? Certo, i fattori che determinano il successo di un sito sono tanti: la sua facilità di navigazione, per citarne uno, ma anche i tempi di caricamento e la capacità di rispondere ai bisogni del target. Tuttavia, se l’impatto iniziale non colpisce nel segno, la sfida è persa in partenza.

Scelta dei colori per il sito: gli elementi da considerare

Scegliere i colori giusti per un sito non significa soltanto trovare una combinazione piacevole.

Le scelte cromatiche devono conciliare aspetti diversi, legati principalmente al brand e al pubblico di riferimento, ma anche al sito stesso.

Il prodotto
Di cosa ci stiamo occupando? Ogni attività ha esigenze specifiche. Un sito web di una
compagnia assicurativa deve trasmettere affidabilità e sicurezza, mentre quello di un negozio
di abbigliamento può permettersi di osare e stupire. Bisogna poi valutare se abbiamo già un
set cromatico di riferimento, ad esempio quello del logo.

Il target
Nessun progetto di comunicazione può trascurare l’analisi del target. Quando scegliamo i colori del nostro sito web dobbiamo sapere con chiarezza a chi ci stiamo rivolgendo e quali emozioni vogliamo suscitare. Le preferenze cromatiche variano infatti in base al sesso e all’età. Diversi studi confermano che il blu e il verde sono ugualmente apprezzati da uomini e donne, mentre il viola è un colore femminile. Se stiamo parlando ai giovani è più saggio puntare su colori luminosi e caldi (come il rosso o il giallo), con gli adulti vanno invece meglio le tinte fredde, in particolare i blu.

Il sito
I colori sono strumenti preziosi per assicurare al sito leggibilità e semplicità di utilizzo, ma vanno accostati nel modo giusto. Ricorda che ogni elemento può aiutarti a guidare l’utente
nella navigazione, dal colore dominante ai dettagli cromatici.

Psicologia del colore e web design

I colori agiscono sulla nostra mente e sul nostro inconscio, provocando emozioni,
associazioni e reazioni. La psicologia del colore viene in nostro soccorso con spunti interessanti che, se usati correttamente, possono aumentare le chance di successo di ogni progetto di comunicazione. Ecco alcune indicazioni da tenere a mente quando si cercano i colori giusti per un sito web.

  • Blu
    Il colore del cielo e del mare trasmette serenità e fiducia, non a caso è il più
    popolare tra i brand. Le declinazioni più chiare si adattano meglio alle atmosfere
    informali (pensa al logo Twitter o Vimeo), mentre lo scuro è più orientato al business
    (Samsung, Ford).
  • Rosso
    È il colore che attira l’attenzione, non a caso nella segnaletica stradale indica il pericolo.
    Ma è anche la tinta della passione e una delle scelte preferite dai brand. Il rosso
    trasmette la vitalità della gioventù e funziona bene per prodotti tecnologici, cibo e
    automotive (Coca Cola, Nintendo, Lego, Netflix, Toyota…giusto per citarne alcuni). È
    invece da evitare quando la comunicazione deve essere improntata alla sicurezza e alla
    stabilità (compagnie assicurative, finanza, salute).
  • Giallo
    Quando è brillante richiama l’energia del sole, la vitalità e la velocità (come nello
    sfondo del cavallino rampante Ferrari). Virando verso l’oro può invece ispirare prestigio
    e autorità.
  • Verde
    Unisce la stabilità del blu all’energia del giallo. Induce calma, ottimismo ed è il colore della natura, del benessere e della fortuna. È una scelta particolarmente azzeccata per chi si occupa di food (Starbucks, Whole Food), finanza (Bnp Paribas), hi-tech (Xbox, Android) e per tutto quello che ha a che fare con la sostenibilità.
  • Viola
    È un colore elegante, che può essere legato al lusso e alla creatività, ma anche alla spiritualità. Da preferire se il target di riferimento è prettamente femminile.
  • Grigio
    Se un tempo era considerato piatto, il grigio è oggi la tinta dell’equilibrio. Grazie alla sua sobrietà è una scelta versatile e di moda, specie nel settore hi-tech (pensa al logo Apple).
  • Bianco
    Per chi in un sito web cerca ordine, minimalismo e leggibilità, il bianco è un alleato prezioso. Richiama spiritualità, verità e semplicità (d’uso). Funziona quasi sempre, sia come sfondo che per puntare l’attenzione sui dettagli.
  • Nero
    Sofisticato, potente ed elegante. Con il nero si possono ottenere risultati sorprendenti, a patto di abbinarlo e bilanciarlo con cura.

Non è vero che un colore vale l’altro, non è nemmeno vero che gli abbinamenti tra colori vanno a gusto. Scegliere i colori giusti per rendere persuasiva ed accattivante la comunicazione non è una cosa banale e richiede molto tempo, molte analisi e molta esperienza.

La questione si complica quando occorre trovare il giusto equilibrio tra più colori, i cosiddetti abbinamenti. Anche qui, la cosa non è affatto semplice. Spesso soprattutto per i siti web, c’è una libera interpretazione del webdesigner dettata dalla mancanza di conoscenze tecniche o di esperienza che porta a risultati molto poco edificanti. Per questo motivo esistono strumenti online, gratuiti che permettono al designer di non sbagliare mai coordinamento. Noi ve ne segnaliamo uno, piuttosto ben fatto:

MATERIALPALETTE
https://www.materialpalette.com

Qui entriamo già nel campo del Material Design (il presente e il futuro del webdesign) ma sarà un argomento che tratteremo in un post a parte.