Grande è l’attesa per il "Lugano Finance Forum" edizione 2022

Al Palazzo dei Congressi in riva al Ceresio il 22 novembre il noto meeting farà il punto sulla stagione degli investimenti attuali e futuri

Fondata da Riccardo Esposito nel 2009, attraverso una rete di partner e di relazioni, FinLantern organizza road-show, fiere, presentazioni, seminari e corsi non soltanto “in casa” a Lugano, bensì anche in location come Ginevra, Zurigo, Milano, Parigi, Montecarlo, Monaco, Francoforte, Londra, New York e via dicendo
Fondata da Riccardo Esposito nel 2009, attraverso una rete di partner e di relazioni, FinLantern organizza road-show, fiere, presentazioni, seminari e corsi non soltanto “in casa” a Lugano, bensì anche in location come Ginevra, Zurigo, Milano, Parigi, Montecarlo, Monaco, Francoforte, Londra, New York e via dicendo

Come ormai in calendario da oltre un decennio, anche l’edizione 2022 del “Lugano Finance Forum”, che si svolge il prossimo 22 novembre al Palazzo dei Congressi della città sul Ceresio, si conferma l’ultimo importante meeting economico prima del “World Economic Forum” di Davos di gennaio e che consente alla cinquantina di sponsor della manifestazione e ai numerosissimi operatori internazionali accreditati di confrontarsi sulle strategie che ispireranno la ripresa delle attività dopo la pausa natalizia.
Un ping pong fra Ticino e Grigioni, destinato nuovamente a manifestarsi a cavallo degli anni 2022 e 2023.
Nel LFF di quest’anno, tornato alla piena operatività dopo le restrizioni sociali degli ultimi periodi, i professionisti si confrontano sulle principali tematiche di investimento che oggi ispirano la tanto sospirata resilienza economica mondiale (https://mailchi.mp/finlantern/lugano-finance-forum-2022-program).

Riccardo Esposito: “La Blockchain impatterà su tutti noi…”

ESG, la finanza sostenibile, di nuovo in tandem con quella tradizionale

Fintech, Blockchain, Cripto: le strategie operative digitali, innovative e decentralizzate. E ancora Private Market, Alternative Investments, Exchange Traded Tunds, in sigla ETF.
Sono queste le tendenze. A conferma di un rinnovato interesse per la finanza tradizionale da parte del mercato anche, e forse sarebbe meglio dire soprattutto, in periodi incerti come quelli che attualmente ci costringono a ricordare le breaking news mondiali.

Al “MetaForum Lugano” tutto il meglio dell’economia digitale

Fondata da Riccardo Esposito nel 2009, attraverso una rete di partner e di relazioni, FinLantern organizza road-show, fiere, presentazioni, seminari e corsi non soltanto “in casa” a Lugano, bensì anche in location come Ginevra, Zurigo, Milano, Parigi, Montecarlo, Monaco, Francoforte, Londra, New York e via dicendo
Fondata da Riccardo Esposito nel 2009, attraverso una rete di partner e di relazioni, FinLantern organizza road-show, fiere, presentazioni, seminari e corsi non soltanto “in casa” a Lugano, bensì anche in location come Ginevra, Zurigo, Milano, Parigi, Montecarlo, Monaco, Francoforte, Londra, New York e via dicendo

C’è un salotto virtuale su nimeetz aperto due settimane prima e due dopo

Ma al “Lugano Finance Forum” 2022 c’è di più, molto di più.
Richiamando il fortunato claim pubblicitario di un operatore economico degli Anni Novanta, anche al LFF “membership has its privileges”.
Infatti grazie alla piattaforma digitale nimeetz gli organizzatori del “Lugano Finance Forum” mettono a disposizione di tutti gli accreditati un salotto virtuale dove è possibile organizzare appuntamenti tra le due settimane precedenti e le due successive all’evento del 22 novembre.
Questo permette a professionisti, investitori e media, anche sociali, di avviare relazioni che amplificano le tradizionali possibilità di contatto limitate alla sola giornata dell’evento e dunque agli intervenuti di verificarne anche la concreta redditività nel corso del tempo.
Si tratta di una strategia che dimostra in modo efficace come esigenze di mercato e competenze digitali possano convivere non solo in una prospettiva economica, ma anche organizzativa.
Dato che è proprio sulla base dei riscontri segnalati dagli stessi partecipanti che la luganese FinLantern, organizzatrice del Forum, riesce ad intercettare le nuove tematiche di mercato e fidelizzare la presenza degli intervenuti anche alle prossime edizioni.

Perché è la “digital innovation” il motore della ripresa economica

Amelia Tomasicchio e Matteo Bosco “sul pezzo” per le nuove tendenze

Gli argomenti discussi al LFF 2022 comprendono tematiche operative e finanza strategica. Ne richiamiamo alcuni.
Nella prima categoria spiccano finanza digitale, sostenibilità ambientale, ed i conseguenti riorientamenti imposti al mondo bancario da questi nuove evoluzioni, che verranno rispettivamente presentati da Amelia Tomasicchio, CEO e direttore di “The Cryptonomist” e autrice di Innovando.News e da Matteo Bosco della ginevrina Conser Invest.

Il futuro? Una proiezione aumentata della nostra esperienza

Le conferenze dell’edizione 2021 del “Lugano Finance Forum”
Le conferenze dell’edizione 2021 del “Lugano Finance Forum”

Dall’Austria anche Gernot Blümel, Direttore Generale del Superfund Group

In tema di finanza strategica invece segnaliamo l’intervento del quarantenne economista austriaco Gernot Blümel, noto agli operatori mondiali per essere il direttore generale di Superfund Group, uno dei market-leder in ambito di alternativi a caratteristica quantitativa, ovvero la finanza digitale di ultimissima generazione.
Il curriculum professionale di Gernot Blümel abbina alla competenza teorica anche una esperienza politica, dato che nel periodo 2020-2021 ha ricoperto la carica di Ministro delle Finanze austriaco.

È l’economia dei dati a innescare la quarta rivoluzione industriale

Riccardo Esposito è il CEO di FinLantern
Riccardo Esposito è il CEO di FinLantern

Riccardo Esposito: “Tanto spazio per la finanza digitale nel nostro Cantone”

Abbiamo approfittato dell’imminenza del “Lugano Finance Forum” 2022 per un breve incontro con Riccardo Esposito, direttore generale e fondatore del gruppo Finlantern, che organizza l’evento.
“Ho iniziato la mia attività come analista finanziario in un’epoca ancora orientata alle tradizionali opzioni di investimento. Tuttavia, specie in tema di nuova finanza, avverto che oggi c’è molto interesse per la digitalizzazione. Riuscissero a svilupparsi delle condizioni favorevoli a questo tipo di mercato credo che per il nostro Cantone si apriranno prospettive di sviluppo decisamente interessanti”, afferma.
“In ogni caso, il mercato ora sembra avviarsi ad una nuova era. Me lo conferma il turnover dei nostri partecipanti, fra i quali ora spiccano le figure professionali legate alla finanza digitale organizzata dalla blockchain, e dalla ricerca di operatori crypto-expert”.

Finanza digitale: decisi in Svizzera 12 settori di attività