Focus 5: promozione e ricerca clienti con i contest

Siamo giunti alla fine di questo intenso percorso nell’universo della promozione e della ricerca di nuovi clienti, soprattutto online. Nelle puntate precedenti abbiamo analizzato uno a uno gli ambiti di markerting in cui muoversi come azienda, come attività commerciale o come business in generale. Abbiamo visto ad esempio come funziona la promozione e ricerca di clienti sui social, quali strumenti usare per farsi pubblicità e posizionarsi su Google, e poi ancora l’email marketing e infine la promozione e ricerca clienti con i video, ad esempio su Youtube. Fin qui dunque ci siamo dedicati all’ambito online, con soluzioni attuabili a budget ridotto o addirittura a costo zero (rimboccandosi le maniche e creando ad esempio contenuti per la pagina Facebook o per aggiornare un blog). È giusto però dare una panoramica più ampia, trattando anche la promozione e ricerca clienti con strategie valide sia online che offline (al contrario ad esempio della pubblicità su Google Ads, possibile solo online).

Una di queste, se non la principale, sono i contest, alternative efficaci e moderne per un marketing diverso dal solito, che piace molto ai giovani e che funziona bene in particolare via smartphone, senza appunto escludere dinamiche offline come i contest dal vivo. Il ventaglio di opzioni è davvero ampio e include numerosi contest simili fra loro ma con leggere differenze sostanziali. Partendo dai giveaway, il format forse più conosciuto e utilizzato in assoluto, arriveremo ai contest bot e ai quiz, formule meno note ma non per questo meno valide. Pronti per questa breve full immersion nel mondo dei contest? Cominciamo allora da loro: i giveaway!

GIVEAWAY

Letteralmente significa “dare via” (give away appunto). Si tratta di un concorso abbastanza semplice, ideato per la prima volta negli Stati Uniti su iniziativa delle future star di Youtube. Nel giveway l’organizzatore (azienda, professionista, ecc) offre a titolo gratuito premi di poco valore, tipicamente gadget, souvenir, merchandising e così via. In cambio l’utente che desidera partecipare al contest dovrà registrare il proprio nominativo, di solito tramite una landing page (o pagina di atterraggio): così facendo verrà inserito nella mailing list dell’organizzatore, che potrà inviare, da quel momento in avanti, promozioni, aggiornamenti e offerte relative a servizi o prodotti. Un modo insomma ingegnoso per farsi pubblicità a costi abbastanza contenuti, con un potenziale bacino di utenza sterminato o quasi.

INSTANT WIN

Il termine instant win, vincita istantanea, viene utilizzato invece per riferirsi a un particolare tipo di contest immediato, in cui l’utente che partecipa può vincere non tanto gadget e merchandising, quanto piuttosto coupon sconto e buoni omaggio da utilizzare nello stesso sito web o ecommerce in cui si trova. Negli ultimi due anni sono spuntati come funghi dei plugin per WordPress pensati apposta per offrire un’esperienza di instant win completa: ruote della fortuna da girare con il dito sul display del telefono, o slot machine virtuali da attivare con un clic del mouse. Come sempre l’obiettivo è duplice: divertire e intrattenere l’ospite da una parte, e approfittare del gioco per trasformarlo in potenziale cliente dall’altra.

COUPON

I coupon sono ottimi strumenti per creare contest facili e intuitivi. Il principio di base è ancora una volta quello di offrire qualcosa a titolo gratuito: uno sconto sull’abbonamento in palestra, una settimana bianca al prezzo di cinque notti, un mouse o un paio di cuffie in omaggio con l’acquisto di un PC. Per avere il coupon (cartaceo o oppure online) e attivare l’offerta, è necessario inserire in un form i propri dati, per cui nome, email o indirizzo di casa (il coupon verrà poi spedito o inviato per email). La parte ludica può essere gestita in molti modi, associando ad esempio un sondaggio (chi risponde correttamente vince il coupon), o invitando l’utente a creare un contenuto di valore (la classica condivisione della propria foto o di un video che rispetti alcuni requisiti).

CONTEST BOT

E se per fare lead generation, e cioè per convertire l’utente in cliente, bastasse un robot? È quanto viene lasciato intendere da chi – come Leevia e come altre piattaforme specializzate – promuove i cosiddetti contest bot, concorsi formulati avvalendosi dell’intelligenza artificiale. In sostanza il contest viene fruito tramite un’interfaccia grafica dinamica con la supervisione di un bot, un programmino che può interagire come un essere umano (o quasi). L’utente ha quindi varie strade per arrivare alla vittoria, con la possibilità di giocarsi aiuti e bonus controllati appunto dal bot. Siamo senz’altro agli albori di questa modalità di concorso, ma in futuro c’è da credere che i contest bot saranno all’ordine del giorno, complice l’evoluzione dirompente delle tecnologie di intelligenza artificiale. 

QUIZ A PUNTI

Concludiamo questa carrellata con i quiz a punti, una variante di contest tra le più famose. Nel quiz a punti il concorrente deve cercare di compiere le azioni richieste e collezionare il punteggio più alto. Possono essere prove di canto, di ballo, di cultura generale, prove dal vivo oppure online. Anche qui non mancano le società che hanno scelto di specializzarsi nell’offerta di quiz a punti configurabili a piacere secondo le esigenze del proprio business. Wicontest è una delle più attive, con un catalogo molto vasto di contest e quiz a punti per imprese, pubbliche amministrazioni e non solo. Ovviamente i premi rimangono l’incentivo maggiore, spaziando da cifre in denaro a viaggi, da buoni acquisto a corsi di formazione. L’unico vero limite è la fantasia!

E con questo ultimo contest chiudiamo il nostro focus sulla promozione e ricerca clienti tramite concorsi. Speriamo che gli spunti siano stati di tuo gradimento e ti abbiano permesso di schiarirti le idee su una forma di marketing estremamente versatile, flessibile e con grandissime potenzialità di crescita.